Cosa rende un tetto davvero di classe A?

Il legno materiale antisismico per eccellenza
Il legno, materiale antisismico per eccellenza
29 settembre 2016
Testo unico su amianto
Nuovo testo unico sull’amianto
30 novembre 2016

Cosa rende un tetto davvero di classe A?

Cosa fa di una copertura un tetto in classe A

Se stai pensando alla ristrutturazione del tetto della tua casa o al rifacimento completo della copertura della tua abitazione di sicuro vorrai il meglio, un tetto di classe A.

Ovviamente se vuoi un tetto di classe energetica elevata, non lo scegli solo perché “di moda”. Lo vuoi perché ti permette di ridurre il consumo di energia ora (e questo si traduce in risparmio economico ma anche in salubrità per la casa) e nel futuro.

Ecco perché oggi, noi di Civer, risponderemo ad un’importante domanda: cosa fa DAVVERO di un tetto una copertura di classe A?

Requisito fondamentale è l’eliminazione dei ponti termici.

Cos’è un ponte termico?

Un ponte termico in un edificio si verifica in quelli che sono i suoi punti di discontinuità. Lì infatti si configurano vie privilegiate di trasmissione di calore. In parole povere, la mancanza per esempio di eterogeneità dei coppi fornisce, per così dire, una “via di fuga” per il calore in inverno, o un accesso al calore, dall’esterno verso l’interno, in estate.

Come eliminare un ponte termico?

Se il tetto non ha problemi risolvibili con una ristrutturazione, la soluzione è un tetto in legno ventilato.

I tetti in legno ventilati, infatti, risolvono entrambi i problemi summenzionati, ovvero sia quello del calore estivo che invade la tua casa, che quello del freddo invernale, con l’aggiunta dell’eliminazione di eventuale umidità.

Come funziona?

Rivolgiti ai nostri esperti. Potranno rispondere a tutte le tue domande in maniera esauriente e, soprattutto, aiutarti a realizzare per la tua casa un vero tetto di classe A.

Alla prossima news

Lo staff di Civer